Cous Cous Trapanese
Cous Cous Trapanese

È uno dei piatti tipici del trapanese e viene celebrato ogni anno con giorni di degustazioni, musica e divertimento: il Cous Cous alla Trapanese è un piatto prelibato e antichissimo, frutto di tradizione e innovazione.

Ogni anno si celebra al Cous Cous Fest di San Vito Lo Capo, dove chef professionisti e non si incontrano e si scontrano con le loro ricette. Oggi vogliamo raccontarvi la sua storia e spiegarvi come si cucina.

Cous Cous alla Trapanese: la storia

Nato in Nord Africa, il cous cous ha viaggiato in lungo e in largo per il mondo. È arrivato anche in Sicilia secoli fa, probabilmente per merito dei pescatori che facevano avanti e indietro dall’Isola.

Quello arrivato a Trapani viene probabilmente dal Maghreb, perché si distanzia dal cous cous marocchino, che viene preparato invece con carne e verdure. Il cous cous trapanese, per definizione, è di pesce, anche se ormai si prepara in tutte le varianti.

Nato originariamente come piatto povero, è il frutto di una lunga lavorazione: la semola di grano duro viene ammorbidita con un po’ d’acqua, fino a creare piccoli grani che vanno poi cotti al vapore.

La ricetta ufficiale del cous cous alla trapanese è ancora segretissima, perché facente parte della tradizione e strenuamente difesa da chi la cucina. Nonostante questo, noi vi forniremo la nostra, sperando che si avvicini almeno un po’ all’originale!

Cous cous alla trapanese: la ricetta

Il cous cous alla trapanese va cucinato con pesci da zuppa. Noi ve ne proponiamo un paio, ma ricordatevi di farvi consigliare dal vostro pescivendolo di fiducia!
Nonostante non sia il top del top, vi proponiamo l’uso del cous cous precotto, che è di facile lavorazione e molto sbrigativo.

Ingredienti Cous Cous alla Trapanese: 

  • 400 grammi di cous cous precotto
  • 400 grammi di dentici
  • 300 grammi di orata
  • 200 grammi di scorfani
  • 300 grammi polpa di pomodoro
  • 200 grammi di gamberi
  • 200 grammi di cozze
  • 2 cipolle
  • 2 spicchi d’aglio
  • 2 foglie d’alloro
  • 1 sedano
  • 1 carota
  • 1 bustina di zafferano
  • Olio, sale e pepe quanto basta
  • Vino bianco quanto basta

Procedimento Cous Cous alla Trapanese:

Pulisci il pesce, le cozze e i gamberi. Togli le teste, le code e le lische ai pesci e mettili da parte. Nel frattempo inizia a cuocere le cozze, mettendole in una casseruola e unendo i due spicchi d’aglio e il sedano. Aggiungi anche i gamberi.

Prendi i resti dei pesci che hai precedentemente messo da parte e inizia a cuocerli per preparare una zuppa saporita di pesce. Mettili in una pentola con un po’ d’acqua, mezzo bicchiere di vino bianco, il sedano, la carota e una cipolla. Aggiungi le foglie d’alloro e un pizzico di sale. Porta il tutto a ebollizione e cuoci per circa 40 minuti.

Quando il sughetto si sarà addensato, filtralo per togliere lische, teste e quant’altro. Aggiungi il brodo di cottura delle cozze e mescola con pomodoro, zafferano e un pizzico di paprika. Infine, fai cuocere le parti buone del pesce facendo appassire l’altra cipolla in una casseruola, rosolando e aggiungendo eventualmente un po’ di brodo di pesce.

Segui ora le istruzioni di cottura del cous cous, ma usa il brodo di pesce invece dell’acqua. Porta a bollore la zuppa e unisci tutti gli ingredienti. Mescola il tutto e poi servi, mettendo in una casseruola di terracotta il brodo rimanente di modo che gli ospiti possano aggiungerne a loro piacimento.