Frittedda Siciliana
Frittedda Siciliana

Un paio di volte vi abbiamo raccontato di alcuni piatti i cui nomi sembrano indicare qualcosa, ma poi sono ben altro: ecco, è il caso anche della frittedda siciliana, un piatto regionale di cui vogliamo proprio parlarvi.

Quando si parla di “frittedda”possono venire in mente due cose: le frittelle, quindi qualcosa di piatto e fritto come le panelle o una frittata. Bene, la frittedda siciliana non è nessuna di queste due cose. Curiosi? Scopriamo cos’è!

Frittedda siciliana, ecco cos’è

La frittedda siciliana è…. un contorno! Accompagna in particolare le carni, perché è una ricetta contadina. Allo stesso tempo, ogni tanto viene servito come antipasto, perché è davvero gustoso e si presta anche a questo.

Si tratta di un misto di fave, carciofi e piselli: questi ingredienti vengono tutti cucinati in umido e poi vengono conditi con un po’ di zucchero e di aceto. Viene servita tiepida o fredda, e non è raro trovarla nelle trattorie e nei ristoranti più tipici.

Frittedda siciliana, come si cucina

Bene, adesso sicuramente vorrete sapere come cucinarlo! Partiamo dagli ingredienti, che sono pochi e semplicissimi:

  • 5 carciofi
  • 250 grammi di fave
  • 250 grammi di piselli
  • 1 cipolla bianca
  • Mezzo bicchiere scarso di aceto
  • 2 cucchiai di zucchero
  • Olio, sale e pepe quanto basta

Pulite i carciofi, lasciando solo la parte più morbida ed eliminando le punte con le spine. Tagliateli poi a metà ed eliminate il cuore spinoso. Infine, affettate ulteriormente in carciofi in quartini e metteteli in una ciotola d’acqua con un po’ di limone.

Se avete comprato fave e piselli in baccello, puliteli e buttate via i baccelli. Prendete ora la cipolla e tagliatela a fettine. A questo punto prendete una padella ampia, metteteci un po’ d’olio e iniziate a far soffriggere la cipolla, a fiamma bassa.

Una volta che sarà quasi soffritta, aggiungete carciofi, fave e piselli. Mettete un pizzico di sale, fate soffriggere per qualche secondo e aggiungete un bicchiere d’acqua con un goccio d’olio. Dopodiché fate cuocere a fiamma media, coperchiando la padella.

Una volta cotti tutti gli ingredienti l’aceto e lo zucchero. Mescolate, servite, aggiungete un pizzico di pepe o peperoncino (se lo desiderate) e a questo punto… mangiate!