lupini
lupini

Va cogghiti i luppini: se vivete a Palermo l’avete sentito dire almeno una volta! E proprio dei lupini vi parliamo oggi, raccontandovi la storia di questo legume che è diventato importantissimo nelle usanze di “sgranocchio” siciliane.

Nonostante la pronuncia siciliana ci porti a chiamarli luppini con due p, ricordatevi che il vero nome ne prevede solo una. Quindi occhio a come li chiamate in pubblico!

I lupini, tra usi e costumi di ieri

Partiamo dal fatto che i lupini sono antichissimi. Ci sono testimonianze di coltivazioni di lupini risalenti a oltre 4000 anni fa nel Mediterraneo, e venivano consumati persino dagli egizi e dai maya.

Venivano inoltre usati anche per “concimare”  i terreni, specie in Sicilia. Il loro utilizzo migliorava il suolo e dava vita a piante ricche di sostanze nutrienti. Per mangiarli si usava (e si utilizza) sempre la salamoia, che ne elimina le scorie tossiche.

Nei tempi più cupi della Sicilia, durante la guerra e quando si soffriva la fame, i lupini venivano persino raccolti dai campi e mangiati per riuscire a mettere in corpo un minimo (davvero minimo) di sostanza.

Mangiare lupini oggi: come e perché

Oggi i lupini sono un classico cibo da sgranocchio, come calìa e simenza e come la cubaita: si trovano molto spesso nelle stesse bancarelle dove vengono venduti questi cibi e vengono gustati in concomitanza con le feste.

A Palermo se ne consumano davvero tanti nel periodo del Festino di Santa Rosalia e, a seguire, per tutta l’estate, fino al Ferragosto, quando accompagnano tutti i riti tipici di quella giornata.

Esperti e nutrizionisti alla (ri)scoperta del lupino

Quello che non molti sanno è che in realtà i lupini sono ricchi di sostanze nutrienti e che proprio per questo viene spesso consigliato di integrarli nelle diete.

Contengono infatti carboidrati e proteine (in uguale dose). E ancora fibre, vitamine, magnesio, calcio e ferro: una vera bomba dal punto di vista nutrizionale. Sono inoltre privi di glutine e quindi perfettamente integrabili nell’alimentazione dei celiaci.

Previa cottura (lentissima se si acquistano secchi) i lupini possono essere consumati come contorno. Inoltre sono ottimi per preparare polpette e burger ad alto contenuto proteico.