mitilugghia

Avete mai sentito parlare della mitilugghia? Si tratta di un tipico antipasto della siciliano, frutto delle abilità gastronomiche iblee, che si presenta in maniera semplicissima ma è estremamente gustoso.

La mitilugghia è morbida e va servita calda: deriva dall’antica abitudine delle casalinghe di creare piatti straordinari con ingredienti poveri. A questa abitudine si debbono piatti straordinari come le sarde a beccafico.

Mitilugghia: che cos’è?

Nello specifico la mitilugghia è una sorta di focaccia morbida, che si cucina con semola di grano duro, olio, zucchero, lievito, sale e acqua. La pasta preparata va fatta lievitare per alcune ore dentro delle ceste di vimini coperte da panni di cotone.

Una volta lievitata, la pasta viene divisa in piccoli dischetti che vengono poi fritti. Si consuma in particolare con pomodori secchi e olive. L’uso ha fatto sì che diventasse anche un ottimo dolce.

Mitilugghia: come si fa?

Vi volete mettere alla prova e volete stupire i vostri amici con questo antipasto così tipico? Benissimo, allora ecco la ricetta. Come vi abbiamo accennato gli ingredienti sono molto poveri e tutto si può preparare in maniera semplice.

Ricordatevi solo di lasciare la vostra bella mitilugghia a lievitare per tutto il tempo necessario!

Ingredienti

  • 500 gr semola di grano duro;
  • 30 grammi di zucchero
  • 20 grammi di lievito
  • Mezzo bicchiere d’olio evo
  • Olio di semi per friggere
  • Origano
  • Sale, pepe e origano quanto basta

Mitilugghia, procedimento

Prendete la semola di grano duro e mettetela in una scodella molto ampia. Dopodiché passate al lievito:prendetelo e fatelo sciogliere in un po’ d’acqua. Aggiungetelo ora alla farina, impastando pian pianino.

Aggiungete ora lo zucchero e il sale e poi, gradualmente, mettete l’olio. Mescolate e impastate fino a quando il composto non diventa assolutamente elastico e liscio. Compattatelo il più possibile.

Una volta fatto, fatelo lievitare per almeno un paio d’ore, curandovi di tenerlo in un luogo non troppo freddo o umido, e di coprirlo con un canovaccio. Finita la lievitazione riprendete l’impasto e stendetelo.

Curatevi di non farlo troppo sottile. Poi tagliate tanti dischetti e friggeteli in padella con l’olio di semi, versandone tanto e curandovi che sia ben caldo. Non appena saranno dorate spolveratele con un po’ di sale e origano e servitele.