pani-frittu-cu-l-ovu
Pani frittu cu l'ovu

C’era una volta il passato, c’erano una volta le antiche abitudini. Andando indietro nel tempo, magari in compagnia dei vostri nonni, vi diranno che le merendine che oggi consumiamo non erano certo per tutti. Per questo si pensò al pani frittu cu l’ovu.

Nutriente e molto calorica, questa merendina era un momento di gioia per i bambini e… anche per gli adulti, che chiaramente approfittavano per sgranocchiarla.

Zucchero, uova, pane, olio e… voilà, la felicità era servita.

Indietro nel tempo con golosità

In tempi di povertà e ristrettezze, tempi in cui i nostri nonni erano bambini, nasce la ricetta del pani frittu cu l’ovu [pane fritto con l’uovo]. Immaginatevi infatti di trovarvi in un momento di grande fame e di aver poche risorse per far mangiare i più piccoli. Che si fa in questi casi?

Semplice: ci si arrangia. Così, mamme e nonne cominciarono a cercare gli ingredienti più semplici per realizzare una merenda buona, gustosa, che potesse saziare i più piccoli.

Le uova erano facilmente reperibili, idem il latte. L’olio si poteva trovare: erano tutti prodotti della terra. E infine, l’idea: usare anche il pane duro, quello che magari chi sta un po’ meglio butta via.
Con un po’ d’ingegno, tutto venne da se: il pane venne tagliato e passato nell’uovo.

Bastò friggete e passarlo nello zucchero ancora caldo per avere in mano un dolcetto speciale e gustoso.

Grandi idee che si tramandano

Data la semplicità del procedimento, questa ricetta venne tramandata e divenne quasi un appuntamento fisso per le scorse generazioni, che aspettavano il momento di mangiarlo.

Da piatto tipico dei momenti di difficoltà divenne un vero must dell’ora della merenda, e se chiedete ai vostri genitori sicuramente vi diranno che lo consumavano almeno una o due volte a settimana, a metà mattina o nel pomeriggio, tra una sessione di gioco e l’altra.

Il pani frittu cu l’ovu oggi

Con l’avvento delle tante, tantissime merendine che hanno invaso i nostri supermercati, il pani frittu cu l’ovu ha cominciato un po’ a scomparire. I costi di molte merendine sono infatti molto bassi, e i tempi frenetici ci impongono di essere sbrigativi e di non metterci a spignattare.

Nonostante questo, noi vi consigliamo di provarlo e di farlo provare almeno una volta ai vostri bambini: non solo gli regalerete una gioia, ma vi concederete un viaggio nel tempo. Senza neanche fare troppa fatica!