Non sono semplici pasticcini, non sono semplici dolcetti. Le cassatelle siciliane sono una vera delizia, famossissima in provincia di Trapani ma cucinata praticamente ovunque in Sicilia.

Dopo avervi raccontato la storia e le origini della cassatella, oggi cercheremo di darvi una ricetta quanto più fedele all’originale. Ricordatevi sempre, però, che siamo aperti a suggerimenti. Voi come le fate?

Ricetta cassatelle siciliane: ingredienti

Per fare la cassatella ci vogliono alcuni ingredienti, ma soprattutto tanta pazienza e manualità. Non fatele andando di fretta: il segreto della cucina siciliana è sempre la lentezza, perché il cucinare stesso fa parte del piatto!

Piccolo segreto: tenete a disposizione dell’acqua (una bottiglia) per lavorare meglio l’impasto!

  • 500 grammi di farina 00
  • 300 grammi di zucchero semolato
  • 1 cucchiaio di brandy
  • 1/2 bicchiere di olio d’oliva (o 40 grammi di burro)
  • 1 limone (da usare sia la scorza che il succo)
  • 1 uovo (solo albume, per spennellare)
  • 400 grammi di ricotta
  • 150 grammi di gocce di cioccolato
  • olio di semi d’arachidi per friggere, cannella e zucchero a velo quanto basta

Ricetta cassatelle siciliane: la preparazione

Per prima cosa prendete la ricotta e lasciatela a scolare su un panno di cotone, in modo che sia ben asciutta per preparare il ripieno. Nel frattempo, dedicatevi all’impasto delle cassatelle.

Mettete la farina in una ciotola, setacciandola. Aggiungete poi 100 grammi di zucchero, la scorza del limone e l’olio d’oliva (o il burro molto ammorbidito). Cominciate ad amalgamare l’impasto.

Aggiungete il brandy e il succo di limone e continuate a mescolare e ad amalgamare, cercando di rendere il tutto molto elastico. Aggiungete dell’acqua a filo, per rendere la consistenza dell’impasto resistente ma non durissima.

Una volta lavorato l’impasto, compattatelo e avvolgetelo in una pellicola trasparente, lasciandolo riposare per circa un’oretta. Frattanto dedicatevi alla preparazione della ricotta.

Tornate alla ricotta, che nel frattempo dovrebbe essere diventata asciutta. Setacciatela e aggiungete i 300 grammi di zucchero restanti, un pizzico di cannella e le gocce di cioccolato.

Mescolate fino ad ottenere un ripieno cremoso e uniforme. Poi tornate all’impasto: tagliatelo in diversi pezzi e stendeteli fino a quando non saranno sottili.

Nel frattempo, mettete l’olio di semi d’arachidi in una casseruola e iniziate a farlo scaldare. Dovrà essere ben caldo per procedere a una frittura immediata delle cassatelle.

Tornate alla pasta e formate dei tondi. Mettete un cucchiaio di crema di ricotta su un lato del tondo. Prendete l’uovo e usate l’albume per spennellare i bordi della cassatella. Chiudetela dandogli la classica forma a mezzaluna.

Se avete una rotella dentellata, passatela sul bordo, assicurandovi però di non lasciare aperture. Infine, friggete una o due cassatelle per volta. Scolatele quando saranno ben dorate. Gustatele tiepide e con una spolverata di zucchero a velo.