Conoscete il rosolio di arancia? Si tratta di un liquore siciliano piuttosto antico che nonni e nonne usavano preparare e tenere da parte per gli ospiti o per le lunghe giornate in famiglia.

Adatto tanto ai momenti di festa quanto ai più semplici pranzi domenicali, il rosolio di arancia ha un gusto intenso e agrumato che richiama ricordi lontani nel tempo. Oggi vogliamo darvi la nostra ricetta, seguendo quella che faceva una brava nonna tanti anni fa.

Rosolio d’arancia: la ricetta

Prima di iniziare, due raccomandazioni. Innanzitutto ricordatevi che il rosolio d’arancia è un liquore tanto semplice quanto bisognoso d’attenzione nel processo di preparazione.

Per prepararlo per bene ci vogliono circa cinque giorni, e prima di servirlo occorrerà aspettare altrettanti giorni, se non di più.

Poi, sappiate che vi rimarranno delle arance da utilizzare: questo significa che potrete fare una spremuta o approfittare dell’occasione per realizzare uno squisito pan d’arancio seguendo la nostra ricetta. Siete pronti? Bene, cominciamo.

Rosolio d’arancia: gli ingredienti

  • 4 arance grosse
  • 800 gr di zucchero
  • 800 ml di acqua
  • 1,5 litro di alcool etilico
  • 3 bustine di zafferano

Rosolio d’arancia: procedimento

Prendete le arance e lavatele accuratamente. Il consiglio è quello di sciacquarle sotto l’acqua corrente e poi passare un batuffolo di cotone sulla buccia, rimuovendo eventuale sporcizia. Non strofinate, non siate troppo aggressivi: la buccia è assolutamente preziosa.

Una volta pulite, prendete un coltellino e rimuovete la buccia curandovi di staccarla dalla parte bianca (il mallo), che non deve intaccarla: il gusto è troppo amaro e finirebbe per rovinare il rosolio.

Prendete ora le bucce di arance di arancia e riponetele in un recipiente che potrà essere chiuso ermeticamente. All’interno mettete tutto l’alcool e lo zafferano. Mescolate appena e conservate in un luogo asciutto e buio.

A questo punto dovete aspettare quattro giorni prima di riaprire il contenitore. Sembra un tempo lunghissimo, ma è il tempo giusto per iniziare il processo di macerazione. Una volta intercorso questo lasso di tempo, prendete l’acqua e lo zucchero e preparate uno sciroppo denso.

A questo punto filtrate il contenuto del recipiente, unitelo allo sciroppo e lasciatelo riposare almeno per un’altra settimana. A questo punto sarete pronti per servirlo!