busiati cu l'agghia
I busiati cu l'agghia

Oggi vi raccontiamo di un primo davvero amato in tutta la Sicilia. Anche se viene tradizionalmente consumato d’estate è adatto a ogni stagione: parliamo delle busiati cu l’agghia.

Si tratta di un piatto tipico della cucina trapanese, che si prepara spesso quando si vuole fare una pastata informale usando pochi ingredienti ma buoni.

Busiati cu l’agghia pistata o pesto alla trapanese

Partiamo da una particolarità: le busiati cu l’agghia pistata altro non sono che le busiate con il pesto alla trapanese, questo nonostante in Sicilia ci siano ancora diatribe sulla sua identità.

Fondamentalmente pare che l’agghia pistata sia nato al porto di Trapani, dove approdavano spesso i genovesi in tempi più antichi. Furono proprio i genovesi a trasmettere ai trapanesi la passione per le loro ricette come il pesto e l’agliata.

Chiaramente, da bravi siciliani, i trapanesi presero le ricette e le adattarono agli ingredienti che più spesso si trovavano in Sicilia: il pomodoro, il basilico, le mandorle, l’olio extravergine d’oliva.

Una ricetta che Trapani è arrivata in tutta la Sicilia

Dal porto di trapani la ricetta cominciò a diffondere davvero in tutta la Sicilia. C’è però da dire che proprio la lunga permanenza nelle cucine trapanesi portò al connubio inscindibile con le busiate.

Le busiate sono dei maccheroni attorcigliati lavorati con il buso, ovvero con un ferro da maglia che si usava spesso per lavorare lana e cotone. Si tratta di una pasta tipica trapanese, a forma di spirale, molto corposa.

L’incontro tra busiate e agghia pistata hanno subito dato vita a un grande amore, che resiste ancora oggi.

Varianti e idee per mangiare i busiati cu l’agghia

Anche se il consiglio è quello di mangiare questo piatto così com’è, semplice e d’effetto, esistono delle varianti da tenere in considerazione.

Per arricchire l’agghia pistata c’è, per esempio, chi unisce il pecorino grattuggiato. Chi vuole rendere le busiate più saporite aggiunge un po’ di basilico all’acqua di cottura.

Infine, quando il piatto è pronto, c’è chi usa la muddica atturrata e chi aggiunge una fogliolina di menta. C’è anche chi si azzarda ad aggiungere le melanzane fritte.

Un’altra variante vede protagonista la salsiccia arrostita, che però vi consigliamo di usare più come accompagnamento che come parte integrante del condimento.