Pasta ru malu tiempu
Pasta ru malu tiempu

Avete presenti quelle ricette che vi fanno leccare i baffi, fatte dalle nonne, con un sapore davvero indiscutibile, ma che cambiano spesso forma? Ecco, la pasta ru malo tiempu è una di queste.

Per fare questo primo piatto si usano, generalmente, gli spaghetti o la pasta lunga. Eppure c’è chi usa qualsiasi altro tipo di pasta, comprese mezze penne, rigatoni e chi più ne ha più ne metta.

Questa particolarità è parte integrante della ricetta, nata da una delle più grandi doti dei siciliani: l’arte di arrangiarsi.

Perché pasta ru malo tiempu?

Partiamo subito dal fatto che questo tipo di pasta è molto legata alla zone costiere. Ora, cosa succede nelle zone costiere quando fa brutto tempo? Semplice: non si può andare a pescare.

Di fatto mangiare a base di pesce, specie nelle borgate marinare, è una sorta di religione: non si fa tutti i giorni, ma quasi. Quindi le famiglie più antiche di pescatori decisero di inventarsi un tipo di pasta che avesse anche il pesce e si potesse mangiare nei giorni in cui il meteo era davvero sfavorevole.

Nasce così la nostra pasta ru malo tiempu [pasta del mal tempo ndr]: alla cui base c’è il pesce conservato, quello tenuto sott’olio o sotto sale, cioè le acciughe o le sarde.

Oltre al pesce c’è di più

Chiaramente fare una “semplice” pasta con il pesce conservato non è proprio tipico dei siciliani: non siamo un popolo da piatti sconditi! Per rendere più ricco il piatto, infatti, i pescatori e le loro mogli ripiegarono su altri prodotti da conserva.
Così la pasta si arricchì con i pomodori secchi, il pane raffermo, il vino bianco, l’aglio e i broccoletti, che potevano facilmente essere conservati per giorni. Il risultato? Un tripudio di sapori tradizionali.

Varianti e sapori di Sicilia

Come abbiamo detto all’inizio, questo tipo di pasta non è rimasta associata per sempre ai giorni di brutto tempo, anzi. Se ne sono realizzate moltissime varianti, che prevedono l’uso di molti altri ingredienti.

In alcuni casi i pomodori secchi sono stati sostituiti con il pelato, il pane raffermo con il pangrattato. Sono state aggiunte foglie di menta, basilico e mandorle. In buona sostanza, la pasta ru malo tiempo è un piatto mutevole, che però vi consigliamo di assaggiare almeno una volta nella vita.