Vi abbiamo parlato del Suino nero dei Nebrodi e delle sue particolarità. Oggi, invece, vogliamo dirvi quando gustarlo: sabato 5 gennaio a Longi, per la ventiduesima edizione della “Sagra del Suino Nero dei Nebrodi”.

Si tratta di una giornata tutta dedicata alle delizie provenienti dal Suino dei Nebrodi, con degustazioni e intrattenimento.

Sagra del Suino Nero dei Nebrodi: una gita fuori porta

Longi è in provincia di Messina, ma nel weekend dell’Epifania ci si può permettere di fare questo piccolo viaggio, specie se serve a gustare dei prodotti così speciali.

Protagonisti saranno i prodotti deli allevatori che hanno delle piccole aziende e si occupano di tutto, dalla nascita al confezionamento dei salumi. Proprio perché vengono da piccole aziende i prodotti non arrivano sul grande mercato.

Il suino nero dei Nebrodi offre carni di altissima qualità, tra cui il capocollo, la salsiccia fresca e essiccata, il salame detto fellata, la pancetta, e i prosciutti.

Sagra del Suino Nero dei Nebrodi: degustazioni

In tutto il territorio dei Nebrodi vengono organizzate delle specifiche sagre, che servono per degustare al meglio questi prodotti e quella di Longi è solo la prima dell’anno, ma è anche una delle migliori.

L’evento è organizzato dall’amministrazione comunale di Longi con il patrocinio del Parco dei Nebrodi, del Gal Nebrodi Plus e dell’assessorato regionale dell’Agricoltura, dello Sviluppo Rurale e della Pesca Mediterranea.

Si potranno degustare gratuitamente tutti i prodotti tipici, dagli arancini al ragù di suino nero alle salsicce, dagli spiedini ai panini con porchetta, dai maccheroni al sugo alle carni arrosto.

Suino Nero dei Nebrodi: caratteristiche

Il suino nero dei Nebrodi è molto simile al cinghiale. L’importanza e la tutela della tecnica di allevamento, la particolarità di questi suini e il territorio in cui essi sono allevati, hanno fatto sì che entrassero a far parte dei prodotti-presidio Slow Food.

È un tipo di maiale molto resistente, e ne esistono diverse migliaia. Il suino Nero Siciliano è attualmente una razza ufficialmente riconosciuta e dotata di registro anagrafico, gestito dall’ANAS – Associazione Nazionale Allevatori Suini.

Il 70% di tutta la popolazione di questa razza si trova principalmente nella zona montuosa dei Nebrodi nella Sicilia nord-orientale.